0

Narcotico (Trilogia della Mistica) Meo Fusciuni

185,00

Piramide olfattiva:
Note di testa: Incenso, Timo
Cuore: Fava tonka, Benzoino
Base: Patchouli, Vanilla, Muschio, Oud

COD: NPAR Categoria: Tag:
Condividi:

Descrizione

Il progetto Meo Fusciuni nasce dalla definizione artistica di profumo come memoria olfattiva e dall’unione di due anime, Giuseppe e Federica. Meo Fusciuni è un viaggio alla continua introspezione di se stessi, la trasfigurazione olfattiva di un cammino percorso all’insegna della ricerca ossessiva attraverso luoghi, poetiche e sensazioni. Liquido odoroso, materia che lo contiene e linguaggio poetico che lo racconta, tutto racchiuso in un profumo, questo è la filosofia del progetto. 

[Trilogia della Mistica]
Un viaggio fisico e mentale in luoghi sacri e trasfigurati dell’odore, dell’animo umano. Nel tempo di questo viaggio ho attraversato la mia cultura natia, le influenze di Pasolini e Antonello da Messina, ho raccontato lo stato Narcotico del sacro, ho rivisto la mia Palermo. Ho percorso le profondità, fino a raccontare le memorie più intime e a volte più dolorose del nostro sopito passato. Ho proseguito questo cammino in un rituale popolare, fiabesco, onirico e occulto, a quest’ odore ho dato un numero, Odor 93. Alla fine di questo cammino ho trovato la quiete assoluta, una diversa spiritualità, una pace che fluttua come un battello su un lungo fiume. L’ho trovata nel significato stesso della parola, L’oblìo, e in un luogo molto lontano. Ho percorso un lungo viaggio per andare a cercare qualcosa che chiudesse questo triangolo magico, ho cercato una spirale luminosa, il suo cuore vegetale e il suo corpo di polvere e terra; perdermi nell’oblìo della mia ricerca. Profumi, odori, stati mistici intrecciati che vestono il corpo.

Narcotico (parfum)
Come ogni indelebile segno ricordo bene ogni passo.
Il viaggio è iniziato nella città di Palermo, sugli scalini di una chiesa, in un settembre passato.
Sapevo che stavo cercando qualcosa che mi facesse iniziare a scrivere e a sentire.
L’odore incessante di quella soglia che non ho mai varcato è ancora nella mia memoria olfattiva.
Palermo come inizio,
un viaggio in diversi luoghi alla ricerca di un significato a tutto il cammino.
Il mio destino ha segnato un percorso olfattivo su cui l’anima ha il dovere di camminare,
l’opera massima è diventata il viaggio, la ricerca.
Narcotico racconta un inizio, un nuovo ciclo che avviene.
Un profumo che diventa rito.
L’incontro con l’immagine sacra, come ogni preghiera è culla di un nostro bisogno.
Di fronte al profumo vorrei profonda l’emozione, è questo il mio nuovo orizzonte, emozionare l’olfatto,
ricondurre l’odore primordiale al suo stato narcotico.
Passo dopo passo, immagine dopo immagine, il volto si ferma,
il capo si china sulla resina odorosa.
Il ricordo rimane. Narcotico.

Sugli scalini della chiesa in estate aspettavo,
non entravo, ma fissavo angoli sacri, volti di pietra.
Sugli scalini della chiesa, l’odore caldo dei sentimenti umani era narcotico odore,
davanti al suo volto, aspettavo.
Ho ritrovato la mia anima in una cattedrale di specchi, lontano, oltre il mare;
c’erano anche i miei pensieri, sentivo il loro respiro, il loro profumo.
In quest’odore narcotico ho ritrovato la mia via.
Un viaggio silenzioso, quasi a dimenticarmi”.

Come lente parole,
come stanze.
A volte guardo quell’angelo, vedo i miei ricordi, i miei dolori,
scappano, come poeti senza rime, angeli senza ali, senza ricordi,
Come lente parole
Come polvere
Ricordo l’assenza di quei momenti, la vita di vecchie foto
Stanze di pioggia, ricordo,
ho visto un uomo piangere, la fine di un giorno, i ricordi di un bambino.
Come lente parole
Come oggetti,
Volevo rubare i suoi ricordi e scappare via,
dove il vento soffia e il mare perdona
Come lente parole
come alone”.

Piramide olfattiva:
Note di testa: Incenso, Timo
Cuore: Fava tonka, Benzoino
Base: Patchouli, Vanilla, Muschio, Oud

Spedizione con DHL in 24 ore.

Commenti